Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘caccia Lega’

Non passa la manovra per allungare stagione di caccia a febbraio e agosto!

Un punto definitivo, forte e sperato è stato dato con lo stralcio dell’art. 16 della legge comunitaria oggi in aula alla Camera dei Deputati, grazie ai voti di PdL, PD, UDC, Italia dei Valori e che ha visto contro sola la Lega Nord Padania.

L’articolo 16 della legge comunitaria doveva, in origine, colmare le gravi procedure d’infrazione aperte dall’UE a carico del nostro Paese per cattivo recepimento della direttiva Uccelli, in vari punti, tra cui i tempi di caccia, la caccia ai migratori, il rispetto dei nidi e della Guida interpretativa della direttiva stessa.

Al momento del voto in aula al Senato (due mesi fa), però, con un blitz i Senatori Carrara e Vetrella hanno fatto approvare un emendamento che sbaragliava il campo e autorizzava di fatto la caccia tutto l’anno, ovvero per specie differenziato in ogni momento dell’anno, previo parere dell’ISPRA (ex Istituto per la fauna selvatica).

Attenti a quei due! abbiamo detto, e avevamo ragione perché ieri sera, nella ricerca di una mediazione tra i gruppi parlamentari di maggioranza e opposizione, quell’emendamento è saltato fuori anche alla Camera e stava confondendo pure quei parlamentari che razionalmente e in modo responsabile volevano invece sventare altri blitz per caccia selvaggia.

Fino a stamattina abbiamo temuto il peggio. Che tutti cadessero nella tentazione di trovare un accordo di “mediazione” che poi voleva dire approvare un emendamento sulla caccia, comunque modificando la legge 157.

E invece alla fine ce l’abbiamo fatta!
Nessun blitz, nessuna sbavatura da parte di quei deputati come l’on. Catanoso, la on. Ceccacci Rubino, la on. Cenni, la on. Zamparutti, l’on. Mancuso, solo per fare alcuni nomi, che si sono impegnati ad aiutarci, di maggioranza e di opposizione, che insieme votavano per il rispetto delle regole comunitarie e della natura.

Certo ha destato una certa sorpresa il relatore della legge On. Pini (Lega) che, a dispetto della proposta condivisa di stralciare tutto per non andare al voto, ha dichiarato il suo voto contrario “in nome proprio”, come se a noi tutti interessasse cosa ne pensa!

E così in un attimo gli si sono tutti rivolti contro, e sia dalla PdL che dal PD molti deputati, tra cui il Presidente della sua Commissione on. Pescante, ne hanno chiesto le immediate dimissioni per scorretto e inopportuno comportamento. Esilarante!

Cosa succederà dopo, cosa faranno i pasdaran di caccia no limits non lo sappiamo. Certo è che la vittoria ambientalista di oggi è un segnale forte per tutti i cacciatori estremisti e per i loro rappresentanti in parlamento, a partire dal senatore Orsi, che oggi hanno forse capito che il parere negativo della maggioranza degli italiani nei confronti della caccia senza regole, conta molto più in Parlamento della svendita elettorale agli estremisti venatori.

Sara Fioravanti
20 maggio 2009

Annunci

Read Full Post »